fbpx
Skip to content Skip to footer
In un antico villaggio circondato da fitti boschi, viveva un giovane di nome Ethan. Noto per la sua feroce determinazione e il suo amore per la natura…nascondeva un oscuro segreto: era un lupo mannaro. Nelle notti di luna piena avveniva la sua trasformazione, trasportandolo in un mondo di selvaggia bestialità. Una notte il lupo mannaro si imbatté in una figura spettrale: l’Uomo Mosca, una creatura ibrida terribile, metà  uomo e metà mosca. La sua risata sinistra e ali simili a quelle di un insetto erano fonte di terrore puro. L’uomo mosca e il lupo mannaro iniziarono una furiosa lotta che causò caos e distruzione. Ma al sorgere del sole, il corpo del lupo tornò alla sua forma umana, mentre l’Uomo Mosca si dileguò nell’oscurità. Nessuno seppe mai se l’Uomo Mosca fosse davvero scomparso o se attendeva di ritornare per vendicarsi…
L’autunno insieme alla sua atmosfera sinistra, era arrivato sulla Collina delle Zucche. Ogni notte, sotto il bagliore della luna piena, due zucche straordinarie prendevano vita e si sfidavano per la supremazia, per diventare il leggendario “Re delle Zucche”. La prima zucca era enorme, con la pelle rugosa e un colore arancione intenso, nota per la sua forza e la sua avidità di crescere e di diventare sempre più grande. La seconda zucca, verde smeraldo, era più piccola, ma possedeva un aspetto misterioso e un’intelligenza fuori dal comune. Le notti trascorrevano sempre più spaventose, i loro rami e le foglie si contorcevano in combattimenti spettrali, e il terreno si macchiava di zucche schiacciate e disperse. La loro battaglia non ebbe mai fine, con un orrore eterno che si rinnovava ad ogni autunno .
In una tomba sepolta dal tempo, giaceva una mummia antica e maledetta. Per secoli era rimasta sigillata nel suo sarcofago, fino a quando una banda di avventurieri senza scrupoli decise di rubare i suoi tesori e disturbare il suo sonno eterno. Mentre tutti guardavano con terrore la mummia, alle loro spalle una figura spettrale emerse dalle ombre…era l’Uomo Mosca, che vegliava sulla mummia in attesa del suo risveglio. In passato, la mummia e l’uomo mosca erano due perfidi sacerdoti, alleati per portare il terrore nel mondo. Liberati dalla prigionia millenaria, iniziarono a vagare per il mondo, portandosi dietro terribili maledizioni. Ovunque andassero, la morte e la distruzione li seguivano. Da allora nelle notti di temporale si può udire un ronzio, proprio come quello di una mosca, che preannuncia il loro arrivo…
Leggenda narra di un solitario artista, un pagliaccio dal sorriso sinistro che faceva rabbrividire chiunque lo guardasse. Egli aveva una innata passione per incantesimi antichi e misteriosi. Con la sua sete di potere e desiderio di stupire il pubblico, una sera decise di provare uno di questi incantesimi. Mentre recitava le parole della formula magica, una figura spettrale emerse dalle ombre. Era uno scheletro alto e sinistro, un servo dell’aldilà che era stato imprigionato per secoli in seguito ad una maledizione. Il pagliaccio iniziò ad utilizzare il potere dello scheletro per eseguire spettacoli sempre più terrificanti, che affascinavano il pubblico. Ma con il tempo le esibizioni divennero dei veri e propri incubi e il loro potere divenne inarrestabile…chiunque osasse fermare i loro show rischiava di affrontare l’orrore di un pagliaccio e uno scheletro che danzavano insieme nell’oscurità . 

Gioca e colora con noi!

Sudoku, Mandala, e tanto altro...